PROGETTO: ICARUS
PROGRAMMA EU: ICARUS – H2020 – SESAR – 2019/2 – Ref. 894593
DURATA: 27 mesi| Mag. 2020 – Lug. 2022|
STATO: in corso
SITO WEBwww.u-spaceicarus.eu
CONTATTI: costantino.senatore@eurousc-italia.it

Il progetto ICARUS ha l’ambizione di proporre un’innovativa ed efficace soluzione per risolvere le nuove sfide derivanti dall’impiego congiunto di UAS e traffico “manned” nello stesso volume di spazio aereo con la conseguente esigenza di avere un Riferimento Comune di Altitudine nel volume di spazio aereo interessato. Ciò sarà rilevante almeno nel primo periodo, nello spazio aereo VLL attraverso la definizione di un nuovo servizio U-Space con la sua validazione in un ambiente operativo reale.

Le diverse attività in cui sono impiegati i sistemi UAS, da quelle commerciali a quelle ricreative, possono prevedere la necessità di condividere lo spazio aereo VLL con aeromobili “manned” (con pilota a bordo). Per disciplinare lo spaziamento verticale tra i diversi utenti, le altitudini di questi aeromobili devono essere identificate in maniera esatta attraverso un riferimento comune. In realtà, attualmente, l’aviazione con equipaggio a bordo utilizza l’altitudine di pressione ottenuta dalle letture barometriche, mentre gli UAS utilizzano, di norma, altri sistemi, in particolare, le altitudini sono basate sulle informazioni provenienti da GNSS.

Ciascuno di questi diversi sistemi può consentire una misurazione sicura, ma ognuno di essi fornisce valori di altitudine diversi l’uno dall’altro, in quanto riferiti a parametri diversi. E’ pertanto necessario stabilire un sistema di riferimento dell’altitudine comune per poter garantire una “separazione” adeguata tra i nuovi attori dello spazio aereo (UAS, Taxi droni, …) e tra questi e il traffico “manned”.

Il progetto ICARUS propone una soluzione altimetrica basata su GNSS per definire un sistema Comune di riferimento per l’altitudine per droni che operano nello spazio aereo sotto i 400 piedi, attraverso l’identificazione dei requisiti di navigazione applicabili ai sistemi UAS e la definizione di un nuovo servizio “UAS/Manned aircraft altitude conversion per disciplinare tutti i traffici che operano nello U-space.

IL NOSTRO RUOLO
EuroUSC Italia partecipa al progetto in tutte le sue fasi, ed è principalmente coinvolta nell’identificazione dei requisiti operativi e di safety relativi ai possibili servizi che potranno essere forniti, nel safety assessment preliminare di possibili “cases study” e la relativa verifica di conformità con i regolamenti europei applicabili; infine, la società è impegnata nel supportare la preparazione degli scenari operativi e nell’effettuare il safety assessment, attraverso la metodologia SORA ed utilizzando, in supporto, il tool SAMWISE.

Metti
la nostra esperienza
al tuo servizio

Parlaci di te e della tua azienda.
Troviamo insieme le migliori soluzioni per il tuo business.